11
Nov
09

Torna in città il Mantova Jazz dal 14 novembre

logoUn viaggio musicale nell’universo del “jazz manouche” degli anni trenta dai sinti francesi: a partire dal 14 fino al 29 novembre il teatro Bibiena si animerà ospitando il festival “Mantova jazz”.

Il “jazz manouche” trae origine dall’esperienza di diversi gruppi che si erano fatti le ossa sulla musica popolare da ballo, la valse musette, per poi essere folgorati dallo swing americano. E fra questi Django Reinhardt è stato certamente il più visionario. La sua sconfinata eredità tecnica e poetica è stata raccolta in tutto il mondo.

A tre mesi dal centenario della nascita di Django, Mantova Jazz dedica un intero festival all’esplorazione delle molteplici eredità lasciate al jazz dal grande manouche.

Quest’anno l’obiettivo degli organizzatori, circolo Chiozzini, Arci, Comune, Provincia di Mantova e fondazione Bam, è stato quello di presentare una rassegna di livello internazionale.

Nella prima delle due serate dedicate alla Francia, il 21, Mantova Jazz alza il sipario su Nelson Veras, un formidabile virtuoso brasiliano della chitarra che la Francia ha adottato e portato alla ribalta del jazz europeo. Nella stessa sera, sempre al Bibiena, in esclusiva per il “Mantova Jazz”, arrivano Les Doigts De L’Homme, un esplosivo quartetto che si muove con spregiudicatezza esilarante intorno a canoni e miti della musica manouche, ingaggiando con essi un duello futurista senza esclusione di colpi.

La seconda serata francese, quella del 28, ancora al Bibiena, è anche la più autenticamente manouche. Il primo dei due concerti della serata, in prima italiana, sarà quello di Norig, la nuova grande voce della sterminata koiné gitana. Norig è ormai una stella in Francia, tanto da conquistarsi, la scorsa estate, il grande onore di fare da punta di diamante per la serata più importante del festival di Samois sur Seine, la rassegna di jazz manouche più importante al mondo. Il nome del secondo ospite della serata non è ancora trapelato, ma a quanto si è appreso dovrebbe trattarsi di un big della musica gypsy, di un esponente della grande famiglia Reinhardt.

La rassegna musicale ospiterà inoltre un paio di “master class”, ovvero seminari musicali, dedicate ai chitarristi.

La prima serata, quella del 14 novembre, ospiterà il duo formato dall’eclettica cantante toscana Petra Magoni e dal contrabbassista degli Avion Travel Ferruccio Spinetti si conferma una delle sorprese degli ultimi anni. Il forte legame col jazz, assicurato dal mobile virtuosismo interpretativo dei due, si confronta con l’empatia totale dei due artisti, a partire dalla scelta dei materiali con cui operarano quegli improvvisi spostamenti di senso e di direzione interpretativa. Un concerto imprevedibile e intenso. Il duo torna a grande richiesta, dopo lo strepitoso successo delle performances nelle edizioni 2007 e 2008 e si esibirà la sera del 14 al teatro Bibiena alle 21. L’ingresso costerà 16 euro.

scarica il programma MantovaJazz2009-Programma

Per informazioni

0376-2853213

francesco.meneghello@arci.it

http://www.mantovajazz.it

Annunci

0 Responses to “Torna in città il Mantova Jazz dal 14 novembre”



  1. Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: