23
Nov
09

Violenza sulle donne: Mantova non è più un’isola felice

“I dati ci dicono che i casi sono in aumento”, ha confermato l’assessore provinciale alle pari opportunità Cesarina Baracca, durante la conferenza stampa, che presentava le iniziative del prossimo 25 novembre, in occasione della Giornata Internazionale contro la violenza alla Donna.
Nel 2008 sono state 316 le donne che, nel mantovano, hanno chiesto aiuto al Telefono Rosa, l’1,13% in più rispetto al 2007, una crescita dettata “in parte dalla tendenza nazionale – ha proseguito l’assessore – in parte dal fatto che le donne stanno lentamente trovando il coraggio di denunciare gli episodi di violenza di cui sono vittime. II problema, che è stato sommerso per anni, oggi è venuto a galla in tutta la sua drammaticità”.
Nonostante il report 2008 del Telefono Rosa di Mantova sia uno spaccato della quotidianità di donne di differente provenienza, età, istruzione, status sociale, condizione familiare e professionale, rappresenta comunque un quadro parziale del fenomeno, soprattutto in considerazione del fatto che la componente del sommerso è ben più elevata di quanto si possa immaginare.

I dati confermano l’identikit della donna vittima di violenze: tra i 31 e i 50 anni, sposata o convivente (49,7 %), nel 25,4% dei casi disoccupata o con un lavoro precario, con figli (83,2%), spesso minori, vittima di violenza fisica (52 %), psicologica (15%) e sessuale (5%), i cui autori sono nel 50,8% dei casi il marito e nel 20,3% il convivente.

Per entrare nello specifico di quanto la Provincia ha messo a punto per celebrare la Giornata Internazionale contro la Violenza alla Donna, mercoledì 25 novembre alle 9.30, nella sala del Manto del Teatro Ariston, si terrà un incontro-evento con gli studenti degli istituti superiori dedicato alla promozione di una cultura di lotta ad ogni tipo di discriminazione, violenza e sopruso di cui la donna o il minore possa essere vittima, organizzato in collaborazione con le Cooperative Porta Aperta e Partinverse.
Non il solito convegno, come ha avuto modo di spiegare Beatrice Pallone, ma un tentativo di stimolare l’attenzione dei ragazzi attraverso un mix di performance di teatro cooperativo e contributi video. L’ Assessorato alle Pari Opportunità promuoverà, inoltre, tre seminari formativi rivolti ai docenti della scuola d’infanzia, primaria e agli educatori professionali, sul tema dell’educazione all’identità e alle differenze di genere.
Annunci

0 Responses to “Violenza sulle donne: Mantova non è più un’isola felice”



  1. Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: