25
Nov
09

Giornata contro la violenza delle donne: testimonianza agli studenti

Mercoledì 25 novembre Isoke Aikpitanyi, scrittrice del libro “Le ragazze di Benin. La tratta delle nuove schiave dalla Nigeria ai Marciapiedi d’Italia“, in occasione della Giornata mondiale contro la violenza delle donne ha raccontato ad un pubblico di studenti alcune storie di violenza e sopraffazione.
Giovani donne alla mercé dei propri aguzzini, la prostituzione come unico triste finale possibile, gente che, semplicemente, non esiste. Le ha raccontate, raccontandosi, Isoke Aikpitanyi,  nel libro “Le ragazze di Benin. La tratta delle nuove schiave dalla Nigeria ai Marciapiedi d’Italia”. Oggi scrittrice, sul palco del teatro Ariston, che con il suo racconto ammutolisce la sala gremita di studenti che celebrano la Giornata Internazionale Contro la Violenza alle Donne.
Ieri, prostituta pure lei, come altre quarantamila nel nostro paese, vittima di una mercificazione spietata che parte dai villaggi nigeriani. Sono poveri tra i poveri e si affidano a sedicenti organizzazioni che, dietro l’illusione di un lavoro “onesto”, vendono loro un viaggio di sola andata verso l’inferno delle periferie italiane e dei loro marciapiedi.
Due anni di abusi, violenze, minacce. Lei, più forte delle altre sue compagne, più risoluta, fiera, si convince che l’emanciparsi dal giogo della strada è tutto ciò che desidera. E ci riesce, a rischio della propria vita. “Molte ragazze – racconta – hanno paura di denunciare i protettori perché sarebbe un po’ come denunciare i propri genitori e parenti“.
La catena che le tiene schiave parte, infatti, dall’Italia, dai clienti, dai magnaccia e giunge fino in Nigeria, dove i vecchi saggi, le figure più ascoltate del clan, le terrorizzano con il Voodoo, minacciano i parenti di chissà quali orrende sventure e, d’accordo con gli “spedizionieri”, concorrono a mantenere in vita questa orrenda tratta.
La testimonianza di Isoke Aikpitanyi è stata tra i momenti più intensi di Rosa Shocking, l’incontro-spettacolo che  l’assessorato alle Pari Opportunità della Provincia, in collaborazione con il comune di Mantova e le associazioni Partinverse e Porta Aperta, ha organizzato questa mattina, in occasione della Giornata Internazionale contro la violenza alle donne.
Il programma prevedeva anche la testimonianza diretta di una trans, la simulazione di un’uscita dell’unità di strada assieme ai volontari della Cooperativa sociale Porta Aperta onlus e la visione di scene da film sul tema della prostituzione, con il coinvolgimento attivo del pubblico attraverso la tecnica del teatro immagine.
Annunci

0 Responses to “Giornata contro la violenza delle donne: testimonianza agli studenti”



  1. Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: